Tipi dei grassi utili e dannosi

Tipi Dei Grassi

Le fonti dei grassi saturi sono i latticini, il tuorlo e la carne.

Gli acidi grassi saturi hanno un ruolo importante nella digestione delle vitamine e dei microelementi. Essi fanno la parte imprescendibile nella formazione delle cellule e sono la fonte d’energia per l’organismo.

Un tipo di acidi non saturi grassi sono i cosidetti grassi transgenici.

È un tipo degli acidi grassi con la struttura molecolare modificata in risultato della lavorazione industriale o la reazione chimica.

I grassi sono importanti per l’organismo, così come le proteine e i carboidrati. Ma quasi per tutte le persone che cercano di dimagrire i grassi suscitano le associazioni negative. Ma è assolutamente sbagliato!

I grassi direttamente partecipano al rinforzamento delle diffese immunitarie e il regolamento del sistema digerente.

  • Senza i grassi non è possibile la formazione dei neuroni dell’encefalo.

La corretta digestione delle vitamine e dei microelementi è possibile grazie a lipidi. Ad esempio, gli elementi molto importanti per l’organismo, come calcio e beta carotina, possono digerire solo nell’interazione con i grassi.

I grassi si dividono in 4 grandi sottogruppi:

Saturi

Non saturi

Di origine animale

Di origine vegetale

Il fegato trasforma gli acidi saturi grassi nel colesterolo. Tale composto organico è importante per la formazione dei sali biliari e gli ormoni sessuali.

Gli acidi non saturi grassi entrano nell’organismo con i diversi frutti di mare e le noci, e anche dagli oli e semi vegetali. Gli acidi non saturi grassi non si producono nell’organismo in autonomia. Perciò, bisogna sempre cosumarli insieme con il cibo.

A differenza dai grassi saturi, i gli acidi non saturi grassi non vengono mai uniti uno all’altro. Circolano liberamente nelle arterie e non creano le placche adipose.

Utilità degli acidi non saturi grassi sta nel fatto che essi:

Impediscono la formazione dei trombi

Normalizzano la pressione arteriosa

Riducono il rischio delle malattie cardiovascolari

Rinforzano la struttura delle unghie e dei capelli

Le fonti dei grassi transgenici più diffusi sono la margarina e i prodotti di fast food. La norma giornaliera dei grassi idrogenati non deve superare 4gr. Altrimenti, il consumo frequente e non controllato dei prodotti con i grassi modificati potrebbe causare le malattie cardiovascolari e indebolire il sitema immunitario.

Carboidrati

La struttura molecolare dei grassi transgenici non corrisponde a quella naturale. Perciò, entrando nell’organismo, tali grassi alterano il metaboismo. In risultato del metabolismo alterato l’organismo comincia ad accumulare i prodotti di decomposizione e le sostanze tossiche.

I grassi vegetali sono gli oli d’oliva, d’arachide, di girasole, di lino, di palma e altri. Al solito, i grassi vegetali si producono dai frutti o dai semi di diverse piante oleose.

  • Tutti i tipi di oli hanno le proprietà utili grazie alla presenza di due acidi – linoleico e linolenico.
  • L’olio di girasole e l’olio di mais contengono una grande quantità dell’acido linoleico.
  • Entrambi tipi di acidi grassi sono contenuti negli oli di soia, colza e lino.

Gli acidi linoleico e linolenico hanno un ruolo imporante nella crescita e nello sviluppo dell’organismo, nella regolazione del metabolismo e il rinforzamento dei vasi sanguigni.

Grazie al loro effetto positivo sul sistema cardiovascolare, gli acidi grassi riducono il rischio di disturbi cardiaci.

Proprio i grassi vegetali facilitano la miglore digestione delle vitamine necessarie per l’organismo – A, D, E, K.

La mancanza delle vitamine potrebbe causare la fragilità dei denti e delle ossa, l’ipostenia, la sindrome della stanchezza e problemi alla vista.

I grassi di origine vegetale così come gli acidi non saturi grassi non vengono prodotti dall’organismo. Quindi, è necessario mangiare regolarmente i prodotti che contengono i grassi vegetali: noci, mais, olive a altri.

A differenza dai grassi di origine vegetale, i grassi animali sono soprattutto le sostanze solide. Eccezione fa solo l’olio di fegato di merluzzo.

Le fonti dei grassi animali per l’organismo umano sono le uova, i latticini e la carne di animali. Per l’organismo umano i grassi animali sono utili perché contengono diverse vitamine (A, E, B1, B2, C, D, ecc.) e i microelementi come lecitina e carotina.

Nel programma alimentare giornaliera la quota dei grassi non deve superare un terzo della quantità di tutti i microelementi.

  • L’organismo umano per il normale funzionamento ha bisogno di circa 8-100 grammi di lipidi ogni giorno.

Comunque, le persone che soffrono dell’obesità e altre malattie grave, devono ridurre la norma del consumo di lipidi. Ma nel periodo di riabilitazione dopo una malattia seria e in risultato dell’inanizione, le persone devono aumentare la quantità dei grassi consumati fino a 100-120 grammi al giorno.

Il consumo frequente dei prodotti troppo grassi e calorici potrebbe causare lo sviluppo delle malattie grave, tra cui la malattia più diffusa è l’obesità. Il sovrappeso, a sua volta, potrebbe essere la causa dei gravi disturbi, come l’ipertensione, il diabete e l’aumento del livello di colesterolo.

La mancanza dei grassi nell’organismo potrebbe avere un impatto negativo sulla salute.

Il deficit dei lipidi porta all’indebolimento del sistema immunitario, malfunzionamento dei reni, peggioramento delle condizione della pelle e dei capelli.

Per consumare i grassi, è necessario ricordare che i prodotti che li contengono non devono essere scaduti.

Mangiare i prodotti scaduti e di scarsa qualità rallenta l’assimilazione dei grassi nell’organismo e potrebbe causare gravi problemi al sistema digerente, reni e metabolismo.

L’informazione sull’utilità e dannosità dei prodotti ci da la possibilità di mangiare senza aver paura per la salute. Sia i grassi animali che vegetali possono essere utili per l’organismo. La cosa più importante è seguire le norme del consumo del cibo calorico e scegliere la propria razione con tanta attenzione.