Amfepramone in Italia

Anoressizzante Amfepramone si usava in Italia per un trattamento di obesità a breve termine. Attualmente tutti i farmaci in base all’ Amfepramone non sono disponibili in vendita sul mercato italiano dei farmaci.

Amfepramone è un anoressizzante che ha impatto sulla zona dell’encefalo, responsabile per il senso del fame.

Amfepramone faceva parte del trattamento integrato dell’obesità. L’uso di anoressizzante deve essere abbinato con la dietoterapia e i metodi psicoterapeutici, mirati a ridurre il peso.

All’inizio, Amfepramone veniva importato in Italia con il brand Anorex.

Successivamente, sul mercato farmaceutico italiano sono apparsi anche gli altri medicinali per la lotta contro il peso eccessivo, contenenti Amfepramone, tra i quali: Tenuate Dospan, Moderatan e Prefamone Chronules.

Amfepramone è stato usato in Italia come un farmaco dimagrante per tanto tempo.

Però, dal 1995 è entrato in vigore il decreto che ha vietato l’introduzione e l’importazione di numerosi stimolanti per la perdita del peso, inclusi i farmaci con Amfepramone.

Gli anoressizzanti in base ad Amfepramone sono stati vietati a causa delle frequenti comunicazioni degli effetti collaterali. D’allora gli anoressizzanti venivano prescritti agli italiani con il peso eccessivo solo in casi eccezionali.

Pazienti, che usavano Amfepramone per lottare contro l’obesità, si lamentavano per la comparsa della depressione e nervosità.

Inoltre, alle persone che usavano l’anoressizzante, aumentava il rischio di ipertensione polmonare.

Il 31 agosto 1999 in conformità con la decisione del Comitato europeo per i Medicinali per uso umano (CHMP) la vendita e l’uso nella pratica medica di tutti gli anoressizzanti è stata definitivamente proibita.

Quindi, Amfepramone è diventato un farmaco proibito non solo in Italia, ma anche negli altri paesi europei.